di Laura Timioni

Vi siete mai fermati a pensare che da qualche parte nel mondo potrebbe esistere una persona con il vostro stesso nome? E se quest’ultimo vivesse a pochi chilometri di distanza da voi?

È quello che è successo a Will Grayson, adolescente residente a Chicago.
Will è un ragazzo introverso che non vuole farsi notare, abbastanza impossibile considerato che il suo migliore amico, Tiny Cooper, è forse il ragazzo più eccentrico della scuola.
Will Grayson Primo si esprime in modo ordinato e metodico, senza mai uscire dalla sua normalità. Vive in una famiglia da considerarsi normale e conduce una vita tranquilla, dettata da piccoli litigi con Tiny per via delle loro enormi differenze caratteriali.
Will Grayson Secondo vive in un paesino vicino a Chicago, è un ragazzo depresso e in costante conflitto con la vita, vive solo con la madre che oscilla tra l’oppressione e la totale noncuranza nei confronti del figlio. Possiede una personalità frammentata, vivendo un disagio chiaramente espresso attraverso il suo flusso di pensieri.
Will Secondo conosce Isaac online e se ne innamora, ma la loro storia si rivela solo un inganno da parte della sua amica Maura che, gelosa perché innamorata, si finge un ragazzo per scoprire se quest’ultimo sia omosessuale.
Will quindi si reca a Chicago per incontrare Isaac, che non si presenta all’appuntamento. Incontra però casualmente l’altro Will Grayson che era in compagnia del suo migliore amico Tiny.
Da qui inizia un’amicizia tra i due omonimi e inizia una relazione tra Tiny e Will Grayson Secondo, che si innamorano a prima vista.

I sentimenti e le sensazioni vengono espresse in modo adolescenziale, usando tal volta anche un linguaggio tipico giovanile.

Questo libro è stato scritto da due autori diversi, John Green e David Levithan. I due stili di scrittura si distinguono in quanto Green scrive i capitoli dedicato al primo Will Grayson (quello residente a Chicago), e Levithan quelli del secondo Will Grayson (caratterizzati dall’assenza di lettere maiuscole e molti spazi, frasi brevi e molti punti fermi).
La particolarità di questo libro sono proprio le sostanziali differenze tra i due omonimi: vedere come due persone che condividono lo stesso nome possano essere così diversi da dimenticarsi che hanno la stessa età.

Will ti presento Will è un romanzo leggero che tratta tematiche come il valore dell’amicizia, il tradimento e il rispetto dell’altro. Questo libro dovrebbe, a mio parere, essere presente nella libreria di molte persone, anche quelle che non sono solite a leggere, grazie al fatto che nonostante le sue 300 pagine è facilmente leggibile in poco tempo, perfetto per i momenti di noia e i minuti prima di dormire.