Al via il percorso di formazione per gli under 40 che scommettono sulla creatività. Gli esempi di successo di Mario Varesco e TedxBolzano, da Torino l’esempio di studio Fludd

Fare cultura è un’impresa, ma anche un’impresa può nascere dalla cultura. Dimostrarlo, con storie concrete e testimonial in cui identificarsi, è lo scopo dell’evento «L’impresa della cultura» in programma martedì 5 dicembre al Centro Trevi (ore 18). Un appuntamento organizzato per il lancio di Impulsi Vivi, il percorso di incubazione dell’Ufficio Politiche Giovanili della Ripartizione Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano realizzato di Irecoop Alto Adige – Südtirol. L’incontro metterà a confronto esperienze altoatesine e nazionali che dimostrano come da creatività e cultura possa nascere impresa in grado di generare lavoro e benessere. A confrontarsi sul tema con Christian Tommasini, vicepresidente della Provincia Autonoma di Bolzano e Andrea Grata, presidente di Irecoop Alto Adige Südtirol, ci saranno Claudia Di Stefano, organizer di TEDxBolzano, Sara Maragotto,  designer Studio Fludd, Mario Varesco, Head of design consulente di varie aziende. «Un’operazione – spiega l’assessore alla cultura Christian Tommasini – che abbiamo voluto indirizzare a vantaggio dei giovani e della cultura nella convinzione che questa sia la prima forma di sostegno per il welfare e le famiglie». Per partecipare all’evento basta registrarsi nell’apposita sezione del sito.

GRAPHIC DESIGN, TEDX, CREATIVITÀ: LE TESTIMONIANZE AL TREVI

Esperienze diverse, quindi, per parlare a 360 gradi di cultura e impresa, come mostrano i profili dei protagonisti. Sara Maragotto è  fondatrice di Studio Fludd: un collettivo che fonde graphic design, illustrazione, arti visive, in progetti dal gusto raffinatissimo, apprezzati in tutta Europa. Nato nel 2008, con fulcro a Torino, è un gruppo di lavoro “diffuso” che ha ideato – fra le altre cose –  l’impianto grafico della mostra «Aldo Manuzio. Il rinascimento di Venezia» e ha lavorato al Mart di Rovereto, alla Triennale di Milano e pure oltreconfine, da Bruxelles a Montréal. Claudia Di Stefano è invece l’organizzatrice di TedxBolzano, versione altoatesina delle celebri conferenze ispirazionali dedicate a Technology, Entertainment e Design nata appena due anni fa e cresciuta in fretta: a metà novembre 2017 la seconda edizione ha raccolto in fiera a Bolzano oltre 450 persone. Un’impresa realizzata con un team di volontari con importanti ricadute sull’innovatività del territorio. Chiude il panel delle testimonianze quella di Mario Varesco, Head of design di diverse aziende, autore di celebri prodotti dedicati al mondo dello sport che dalla sua esperienza professionale ha saputo creare lavoro coinvolgendo da sempre decine di giovani creativi.

ECCO COME PARTECIPARE

Impulsi Vivi è rivolto a giovani under 40 con la voglia di sviluppare un’idea nel campo dell’industria culturale. È il primo «incubatore culturale altoatesino» finanziato con il Fondo regionale famiglia e occupazione alimentato dai versamenti dei consiglieri regionali che hanno restituito l’anticipo dei vitalizi. Sul sito del percorso è possibile compilare il form di iscrizione ai singoli workshop. La prima fase di Impulsi Vivi comincerà il 15 dicembre e si concluderà il 17 febbraio 2018. Sono in programma workshop sui seguenti temi: idea di impresa, competenze manageriali, idea branding, business model e metodi per strutturare la propria azienda culturale. Sul sito si può trovare il calendario dei workshop aperti gratuitamente a tutti gli under 40. La seconda fase si svolgerà al termine dei workshop e vedrà coinvolte le migliori 8 idee di impresa nate durante la prima fase. Solo le persone (gruppi o singoli) che parteciperanno ad almeno 4 workshop (obbligatorio «Modelli e metodi per strutturare un’idea imprenditoriale» del 12 e 13 gennaio) potranno candidarsi alla selezione per partecipare alla seconda fase di Impulsi Vivi, che prevede 100 ore di alta formazione ad hoc per garantire all’idea di impresa sostenibilità finanziaria, economica e sociale.